Piccola guida al giardino dei sogni: uno spazio personalizzato dove regnano natura, armonia ed equilibrio visivo.

“Se vuoi essere felice per tutta la vita, fatti un giardino” diceva Carlo Scarpa, celebre architetto e designer del XX secolo.

Eppure, nonostante sia oggettivamente un privilegio, non tutti riescono a godere del proprio spazio outdoor come vorrebbero: qualcuno è appesantito da una manutenzione troppo impegnativa; qualcun altro ha un bellissimo giardino che, però non si adatta alle sue esigenze o al contrario un ambiente vivibile, ma visivamente poco curato.

Questo accade perché non si è tenuta in giusta considerazione la progettazione preliminare: esattamente come la parte interna delle nostre abitazioni, il giardino è frutto di uno studio che mette in relazione spazio e stile di vita, estetica e funzionalità, uomo e natura per dare forma ai nostri desideri e trasformarli in realtà.

Scopriamo insieme quali aspetti sono imprescindibili nell’ideazione del giardino ideale!

Percorsi stabili: dallo studio al progetto, il nostro approccio al vialetto di un’abitazione privata.

Nello scorso articolo, attraverso una panoramica delle nostre realizzazioni, abbiamo visto come un vialetto in pietra naturale riesca a bilanciare estetica e funzionalità aumentando il valore, la vivibilità e la funzionalità dello spazio esterno, piccolo o grande che sia.

Oggi entriamo nel merito di un progetto specifico per raccontarvi come effettuiamo la scelta della tipologia lapidea e come ci assicuriamo che il design complessivo rimanga inalterato nel tempo senza richiedere un’eccessiva manutenzione anche quando si tratta di un percorso curvilineo che combina diversi materiali.

Unica, efficiente, con materiali naturali e chiavi in mano: costruisci o ristruttura con noi la casa dei tuoi sogni!

Cosa separa la casa dei sogni dalla realtà di abitarla? Spesso sono la burocrazia e le pratiche urbanistiche unite alla difficoltà di reperire e coordinare le varie figure professionali.

A volte è il bisogno di essere accompagnati nell’analisi delle esigenze e nella concretizzazione delle aspettative: ognuno ha un’idea dell’abitazione ideale sia in termini estetici sia in termini funzionali, ma non tutti sanno come procedere, quali soluzioni strutturali sono più indicate, quali materiali utilizzare e come abbinarli per ottenere esattamente quell’effetto e quel risultato.

Ecco perché abbiamo deciso di metterci a vostra disposizione con un nuovo servizio dedicato alle nuove costruzioni e alle ristrutturazioni, in cui vi seguiremo come unico referente dalla progettazione alla realizzazione, intrepretando il vostro gusto, organizzando il lavoro, rispettando il budget e soddisfacendo le vostre necessità, qualunque esse siano.

Ordinato e lineare, elaborato e scenografico, rustico e sinuoso: ogni vialetto ha la sua pietra naturale perfetta.

Parte integrante del design formale del giardino, il vialetto è un elemento dell’architettura degli esterni tra i più interessanti.

Nelle realizzazioni che abbiamo scelto vi faremo vedere come un vialetto in pietra naturale riesca a bilanciare estetica e funzionalità aumentando il valore, la vivibilità e la funzionalità dello spazio esterno, piccolo o grande che sia.

Pietra naturale: una proposta di eccellenza per trasformare ogni ambiente della casa in un piccolo gioiello. Parte seconda.

Nella grande centralità riconquistata dalla casa come luogo ideale, sicuro ed esclusivo in cui vivere al meglio anche i momenti più incerti, il bagno, che abbiamo visto nel precedente articolo, ha una grande coprotagonista: la cucina.

Favorita dalla tendenza open space, la cucina di nuova concezione non è più una stanza separata e di servizio, ma diventa elemento principale di arredo della zona giorno con una connotazione fortemente legata al benessere e alla socialità che si riflette in un’accresciuta attenzione alla qualità, alla personalizzazione e all’estetica.

Recinzione in pietra e metallo: quel sottile confine tra natura e design

Struttura autoportante, installata nel terreno per delineare i confini di una proprietà, la recinzione ha la funzione di proteggere gli spazi in cui viviamo ed è un elemento ornamentale che valorizza l’area esterna dell’abitazione.

Delimitare e chiudere lo spazio esterno è importante in primo luogo per ragioni di sicurezza: la recinzione frena l’accesso di estranei e crea un luogo sicuro per i nostri bambini e animali.

Ma una recinzione può anche costituire una scenografica quinta che si fonde con la vegetazione ed essere un punto focale di un giardino intimo organizzato a misura del nostro gusto e delle nostre abitudini. Può riflettere lo stile delle facciate esterne o conferire personalità ad un’abitazione semplice rendendola visivamente più interessante.

Se le caratteristiche che rendono ideale una recinzione sono resistenza e personalizzazione, la pietra naturale è sicuramente la scelta che assicura la maggior robustezza, privacy e customizzazione.

Pietra naturale: una proposta di eccellenza per trasformare ogni ambiente della casa in un piccolo gioiello. Parte prima.

Negli ultimi anni il design domestico ha visto un’evoluzione senza precedenti: complice anche la pandemia, sono cresciuti l’interesse e l’attenzione per i materiali, la qualità e l’estetica degli ambienti abitativi che, ispirandosi a resort e relais, diventano sempre di più luoghi di pregio personali ed esclusivi dove lusso non significa eccesso, ma eccellenza.

E allora vediamo insieme come realizzare questa nuova dimensione dell’abitare a partire dall’ambiente per definizione dedicato alla cura di sé stessi: la stanza da bagno!

Dove la pietra naturale non può, arriva Clay +: il materiale ecosostenibile e rivoluzionario per le vostre facciate esterne.

Resistenti, ecosostenibili ed esteticamente senza pari, gli edifici in pietra naturale hanno una personalità unica sia nello stile rustico sia in quello contemporaneo e si fanno notare pur mantenendo una totale armonia con il paesaggio circostante.

Potendo scegliere tra una finitura ad intonaco e un rivestimento in lastre di travertino chiunque preferirebbe questa seconda opzione. A volte, però il desiderio di costruire o ristrutturare la propria abitazione utilizzando la pietra naturale nelle facciate esterne si scontra con il costo, le tempistiche e soprattutto le esigenze di posa di questo materiale: lo spessore e il peso del rivestimento lapideo richiedono infatti un’armatura di rinforzo tassellata meccanicamente allo strato portante che difficilmente si adatta a palazzi alti o cappotti esterni.

Ci rassegniamo alla classica pittura? No, scegliamo Clay +: il perfetto compromesso tra materiale naturale e leggerezza!

Contemporaneo territoriale: il sasso tranciato di recupero in un’abitazione di nuova concezione.

In Friuli Venezia Giulia il sasso di fiume, un materiale povero, ha prodotto un’architettura fatta di fortificazioni, borghi lastricati e antichi guadi.

Oggi, dove le facciate e i volumi sono rimasti intatti, i borghi con le loro strisce di case appoggiate l’un all’altra e impastate con i sassi di fiume, hanno ancora lo stesso profilo di quando, a partire dal IV secolo, i territori della Venetia et Histria passarono sotto la giurisdizione ecclesiastica dei Patriarchi di Aquileia.

Simbolo dell’identità locale e di un universo in cui i ritmi e le costruzioni umane si accordavano a quelli della natura, i claps non sono, però solo gli elementi costitutivi di un’esposizione en plein air da ammirare nostalgici.

Ortogiardino 2022: scoprite in anteprima il nostro progetto outdoor e venite a trovarci per vederlo dal vivo e viverlo di persona!

Ci saremo anche noi tra gli espositori di OrtoGiardino, la mostra dedicata all’ortoflorovivaismo e all’architettura del paesaggio che dal 05 al 13 marzo tornerà ad animare gli spazi della Fiera di Pordenone, dopo due anni di sospensione dovuti alla pandemia.

Un imperdibile evento in presenza connesso alla Primavera, al verde e alla vita all’aria aperta.

Una bella opportunità di vedere da vicino come i materiali naturali possano portare un valore aggiunto allo spazio esterno delle nostre abitazioni e favorire il rapporto uomo-natura nel reciproco rispetto.

Neutro personale: il valore aggiunto della pietra nelle combinazioni cromatiche più soft.

Dall’architettura all’interior i toni neutri sono una risorsa: valorizzano lo spazio, anche quando non è particolarmente ampio, stanno bene con tutti i colori e si adattano perfettamente a qualsiasi stile, dal classico all’industrial, dal rustico al minimal, includendo anche ambienti dal carattere eclettico e shabby-chic.

Neutro non significa, però anonimo ecco perché anche in queste palette cromatiche il materiale lapideo fa la differenza.