Voglia di giardino: novità e consigli per il vostro outdoor
il giardino alimentare affonda le radici nella nostra tradizione contadina dove frutta ed erbe aromatiche si coltivavano autonomamente.

Nella ricerca dell’ideale equilibrio tra cambiamento climatico, scarsità di tempo e necessità di spazi esclusivi in cui rigenerarsi, il giardino 2024 è contraddistinto da tre parole chiave: biofilia, funzionalità e personalizzazione.

giardini in continuo divenire e natura protagonista
Giardini spontanei

Dopo aver conquistato l’interior design e gli ambienti esterni della casa ad essa connessi, la tendenza biofila non poteva certo mancare nel suo luogo di elezione: il giardino.

La crescente consapevolezza e il desiderio di fare la propria parte per ridurre l’impatto ambientale ispirano giardini sostenibili dove i paesaggi meticolosamente curati del passato lasciano il posto ad un approccio più organico e naturale.

Per ottimizzare l’uso dell’acqua il prato non è più all’inglese, ma si riempie di fiori di campo e piante autoctone che diminuiscono sia la manutenzione sia la frequenza d’irrigazione.

Già adattate alle condizioni ambientali del luogo, le piante locali richiedono infatti meno acqua, fertilizzanti e pesticidi rispetto alle specie esotiche. Non necessitano di particolari cure nel tempo e promuovono la biodiversità locale, attirando insetti impollinatori e piccoli animali selvatici.

E questo spostamento verso uno stile paesaggistico più ecologico e sostenibile non avvantaggia solo l’ambiente, ma crea anche un’atmosfera esterna più spontanea, accogliente e serena.

il giardino alimentare affonda le radici nella nostra tradizione contadina dove frutta ed erbe aromatiche si coltivavano autonomamente.
Giardini Commestibili

Lo scrittore norvegese Stephen Barstowe ha coniato il termine edimentali per definire piante sia commestibili sia ornamentali, che svolgono quindi più di una funzione nel giardino e si inseriscono perfettamente nella ricerca di spazi verdi in cui, letteralmente, coltivare la propria piccola produzione locale e privata.

Sempre più incorporati nelle bordure e nel garden design, erbe aromatiche e alberi da frutto appagano la vista, profumano e al tempo stesso offrono una fonte di prodotti fresca, sostenibile e a km 0.

Anche in questo caso prediligere le specie autoctone garantisce di avere piante che resistono meglio al terreno e al clima, oltre ad essere più facili da mantenere e gestire nel lungo periodo.

La pietra vera in giardino è un supporto alla parte vegetativa e un decoro autenticamente naturale
Supporto pietra naturale

Con temperature che tendono a diventare più estreme, oltre alla scelta delle piante e ai metodi di semina, una strategia per avere giardini rigogliosi e sostenibili è quella di affiancare alla parte vegetale materiali ecocompatibili e riciclabili come la pietra naturale.

Ciottoli, granulati e binderi sono una barriera efficace contro la germinazione dei semi di erbe infestanti e i pochi che riescono ad attecchire sono spesso isolati nel terreno vicino alla corona della pianta.

Circondate dalla pietra naturale, le radici vengono incoraggiate a crescere in profondità verso il basso, dando vita a piante molto più forti che raramente necessitano di concimazione e resistono meglio al caldo: meno diserbo e meno acqua significano fino al 75% in meno di manutenzione rispetto alle classiche aiuole da giardino.

Nei mesi freddi infine la pietra vera, naturalmente drenante, aiuta a prevenire le radici bagnate e il conseguente possibile marciume radicale.

i monoliti sono perfetti per aggiungere un tocco di personalità e stile al proprio giardino
Hardscape e giochi d’acqua

L’hardscape identifica i materiali paesaggistici letteralmente “duri” che vengono incorporati nel giardino.

Dal punto di vista della progettazione, gli hardscape possono includere elementi come i vialetti, ma anche fontane, piccole piscine e stagni che richiedono una barriera per trattenere l’acqua: grande e confermata protagonista del garden design.

Il desiderio di avere dei giochi d’acqua in giardino non riguarda solo l’estetica: stagni e giardini pluviali sono in grado di sopportare forti acquazzoni senza esondare e sono soluzioni autosufficienti e a basso impatto che diventano luoghi sereni per la riflessione. Fontane e cascate a energia solare aggiungono il suono rilassante dell’acqua che scorre sulla roccia senza costi in bolletta.

Per aggiungere un tocco di personalità e stile al proprio progetto di hardscape si possono anche aggiungere degli elementi scultorei di grande dimensione.

Naturalmente levigati e scolpiti dalla secolare erosione, i monoliti sono perfetti per valorizzare specchi d’acqua, aiuole o anche un semplice prato con un focus scenografico e al tempo stesso autenticamente integrato nel verde.

Formazioni geologiche costituite da un unico blocco massiccio di rocce sedimentarie o metamorfiche come l’ardesia, il granito, la pietra lavica, i monoliti si differenziano nelle forme, nelle dimensioni e si distinguono in:

  • punte, pietre di forma allungata dalle tonalità variabili;
  • esemplari, monoliti dalle dimensioni importanti e dalle forme particolari.
Il giardino di Viel Emozione Pietra

Passa a trovarci in showroom: ti faremo vedere tutte le possibilità offerte dalla pietra naturale per creare o portare alla massima espressione il tuo giardino!

Ti potrebbe piacere anche:

V-Box: per fare un muro scenografico basta un mucchio di pietre naturali!
Versatili e intimamente connessi al luogo, i gabbioni in acciaio riempiti con pietre naturali sono resistenti ecosostenibili e hanno grandi possibilità espressive nel contemporaneo.
Casa Green? ne abbiamo parlato con Sonia Melli, guida per privati – e non solo – nella bioedilizia!
Una casa green garantisce qualità di vita, risparmio energetico e rispetto dell’ambiente senza rinunciare a personalizzazione, funzionalità ed estetica.
Pavimentazioni esterne in pietra naturale: unicità, durata e sostenibilità
Personalizzabile, resistente, sicura ed ecocompatibile, la pietra naturale è il materiale perfetto per pavimentazioni esterne che si fanno notare.